Derattizzazione, Visconti FdI: da Ama chiarezza su pericolo e su esche depositate in parchi e aree verdi

Roma, 24 agosto – Numerosi cittadini ed associazioni segnalano come Ama starebbe posizionando in alcuni spazi verdi pubblici, in particolare a Roma Nord, esche velenose “a vista”, ai fini della derattizzazione. Tale procedura, a giudizio dei cittadini, costituirebbe un gravissimo pericolo, non solo per l’incolumità degli animali d’affezione e di quelli selvatici ma, soprattutto, anche per un bambino che venisse in contatto con tali esche. Sarebbero state posizionate, inoltre, secondo un servizio andato in onda sul Tg3, persino esche di paraffina tra le radici degli alberi, nei prati o poco al di sotto del livello del terreno. Chiediamo pertanto, tramite una interrogazione urgentissima presentata al sindaco Raggi e all’assessore all’Ambiente, che Roma Capitale ed Ama chiariscano immediatamente se tale procedura di derattizzazione sia effettivamente pericolosa per tutti coloro, umani, animali selvatici o domestici che entrino in contatto con il veleno. Laddove corrisponda al vero quanto segnalato riteniamo gravissima una simile superficialità nel diffondere un concreto pericolo di avvelenamento, anche in considerazione di uno specifico protocollo ministeriale antiveleno che detta una procedura, al contrario, attenta e precisa. Chiariscano dunque Roma Capitale ed Ama, informando la cittadinanza delle aree interessate, e rimuovendo, nel caso, immediatamente tali esche, bonificando le aree contaminate ed eliminando il pericolo per bambini, per i cani , per i gatti di colonia, e per tutta la fauna che vive nella nostra città. Lo dichiarano gli esponenti di Fdi, Lavinia Mennuni, consigliere di Roma Capitale, Fabrizio Ghera, capogruppo in Regione Lazio, Marco Visconti, delegato all’Ambiente costituente romana, Federico Guidi, componente esecutivo romano.

ratto

Bioparco, De Priamo, Visconti: “ordinanza Raggi illegittima”

Roma, 15 giugno – “Un Presidente e due soli Consiglieri per l’ennesima ordinanza che violenta lo statuto e che, se da un lato ribadisce l’ignoranza in materia di diritto amministrativo del Sindaco avvocato o dei suoi suggeritori, dall’altro segnala come, specie sui posizionamenti di vertice, le scelte adottate dalla Giunta Raggi continuino ad essere figlie del modello dell’approssimazione, della sveltezza e della superficialità”. Sono queste le parole del Vicepresidente dell’Assemblea Capitolina Andrea De Priamo e del Delegato Capitolino all’Ambiente Marco Visconti, i due esponenti di Fratelli d’Italia, in un comunicato stampa congiunto rincarano la dose e aggiungono: “la nomina di un nuovo Presidente per il Bioparco di Roma proprio a ridosso del periodo di maggiore affluenza e quindi di maggiori introiti da reinvestire per la tutela e per il benessere degli animali, ferma bruscamente il lavoro e mina fortemente la stabilità di uno dei pochissimi enti rimasti esempio di progettualità e buona amministrazione su cui il 5 Stelle non aveva ancora messo le mani. Ci auguriamo – concludono De Priamo e Visconti – che questa ordinanza, di dubbia legittimità dal punto di vista giuridico e dannosa per l’Ambiente, venga annullata e che l’amministrazione, che fin qui ha trasformato il Bioparco nel fiore all’occhiello della Capitale, possa continuare a svolgere il proprio lavoro per la collettività”.

Selva nera tragedia mortale, Visconti (FdI-AN): “disgrazia figlia dell’abbandono volontario del territorio”

Roma, 2 novembre – A parlare Dell’incidente mortale che ha coinvolto un uomo di 49 anni, precipitato da un ponticello abusivo, nel quartiere di selva nera a Roma è il Delegato Capitolino alle Politiche Ambientali  Marco Visconti che non fa sconti a nessuno e afferma in una nota: “si tratta di una disgrazia figlia dell’abbandono volontario del territorio cittadino di cui Roma è ostaggio da oltre tre anni, le ultime due amministrazioni che si sono succedute – prosegue l’esponente di Fratelli d’Italia – nascondendosi dietro la scusa di Mafia Capitale hanno via via smantellato gli uffici tecnici dei Municipi terrorizzando e riducendo ai minimi storici la natura delle circoscrizioni le quali non rappresentano più l’occhio dell’amministrazione centrale sulle fragilità dei quartieri. È in questo modo – si legge ancora nella nota di Marco Visconti – che un ponticello abusivo, al pari di un albero, così come una buca possono diventare, come prima o poi era prevedibile che capitasse, vere e proprie trappole mortali. Se la politica – conclude Visconti – non é più in grado di assumersi le proprie responsabilità, di dare ordini, di controllarne l’effettiva esecuzione e di garantire per gli uffici che governa, allora non c’è ritorno e nostro malgrado a tragedie come queste dovremmo imparare a farci l’abitudine. Non c’è cordoglio ne vicinanza che tenga, l’inerzia che uccide la gente deve pagare”.

foto-9-31

Ambiente, Visconti FdI: “L’Assessora come Pinocchio e a Roma si rischia la vita”

Roma, 24 ottobre – “Vergognoso quanto sostenuto dall’Assessora alle Politiche Ambientali, Pinuccia Montanari, nel corso dell’ennesima conferenza stampa istituzionale trasformata in una battuta di campagna elettorale, subito dopo il terribile crollo di un pino che per la sola intercessione Divina non ha provocato una strage”. Queste le parole di Marco Visconti, attualmente Delegato Romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, ma già dal 2011 al Febbraio 2013 Responsabile dei Rapporti Politici di quello stesso Assessorato oggi presieduto dall’Assessora pentastellata. Visconti non ci sta e ribatte: “Affermare che da 10 anni a Roma non si effettua la manutenzione delle alberate è bugiardo e ipocrita: dal 2011 al 2013 nella Capitale – prosegue Visconti – non si è provveduto solo a interventi di ordinaria manutenzione, ma ci si era dotati di un piano di potature, analisi, abbattimenti e ripiantumazioni messo in opera per tutta la città; nello stesso periodo si è provveduto alla riqualificazione di tutte le Ville Storiche e addirittura si è redatto per la prima volta a Roma il Regolamento del Verde Urbano, approvato e rimasto inattuato sia da Marino, sia da chi oggi parla a sproposito credendo di poter ancora prendere in giro i cittadini. Montanari – conclude Visconti – faccia un’operazione verità, ammetta la sua incapacità e se ne vada anziché continuare a mettere a rischio la vita dei Romani”.

 Albero crolla su auto in centro a Roma, persone coinvolte

Sport, Visconti (FdI): “Giovani e valori, non le chiacchiere”

Roma, 23 ottobre – Un progetto tutto nuovo quello messo letteralmente in campo dal noto esponente politico della Destra Romana, Marco Visconti, che approda al calcio dilettantistico della Capitale e già fa parlare di sé e della sua MelVis Battistini. Visconti, oggi in carica come Delegato Romano all’Ambiente del partito di Giorgia Meloni, ha fondato e presiede la squadra con la media età più bassa della terza categoria: 20 giovanissimi atleti di età compresa tra i 18 e i 20 anni che, come spiega lo stesso Visconti: “rappresentano quel tessuto della società civile sul quale si chiacchiera troppo e spesso a sproposito e non si investe mai, o almeno – prosegue – non con iniziative che sappiano realmente e fattivamente metterli al centro, calandoci con coraggio nella loro dimensione, insegnando loro valori e allo stesso tempo imparando da loro un senso di responsabilità che a volte sappiamo dimenticare bene. L’obiettivo – conclude Visconti – è ovviamente vincere, ma con una media età di 18.4 la prima sfida sulla quale il nostro progetto si fonda l’abbiamo già abbondantemente vinta”.LOGOASD_PROFILO_360 (1)

Ostia, pineta in fiamme. Visconti (Fdi-An): “Prevenzione fatta con i piedi da chi governa senza umiltà” 

Roma, 17 luglio – Proprio in questi minuti un vastissimo incendio divampa nella pineta di Ostia, è la quarta volta dall’inizio dell’estate ma quello di oggi è ben diverso nelle proporzioni. Sul posto Vigili del Fuoco e Protezione Civile già a lavoro, mentre le fiamme minacciano le abitazioni. Il Delegato Romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia Marco Visconti non usa mezzi termini e attacca il sindaco di Roma Virginia Raggi e la sua giunta: “Un incendio così nella Pineta di Ostia non si era mai visto, ma al di là delle proporzioni si tratta di eventi prevedibili ed evitabili nella misura con un piano di prevenzione adeguato che in questa città manca dall’epoca Alemanno. Una prevenzione fatta con i piedi da gente che governa senza alcuna capacità e ciò che è più grave senza un briciolo di umiltà. La Protezione Civile capitolina – prosegue ancora Visconti – per un’estate ancora tutta da affrontare ha a disposizione solo quattro autobotti per tutta la città e una per Castel Fusano, contro le dieci complessive sulle quali poteva contare durante la giunta Alemanno. Se a questo si aggiunge – conclude Visconti – la soppressione della Guardia Forestale voluta dal ministro Madia, risulta facile comprendere perché i cittadini romani, nella capitale come ad Ostia, siano ostaggio di una roulette russa quotidiana”.

img_791_incendio2

Cinecittà, dalle stelle alle stalle, Visconti FdI-AN: “Periferia ricca di gloria alla mercé di politicanti senza storia”

Roma, 4 luglio –  Insediamenti abusivi, roghi tossici, parchi abbandonati, bancarelle illegali, rifiuti e rami crollati che restano per settimane sulla strada: viene dipinta così la periferia più famosa di Roma. Sui social, foto e video proiettano immagini di inarrestabile degrado provenienti proprio dal quartier generale che da 80 anni fabbrica cinema Italiano per il mondo intero. Per difendere Cinecittà scende in campo il Delegato Romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia, Marco Visconti, che ora chiede al fianco dei residenti investimenti per un quadrante di Roma sul quale l’Amministrazione ha colpevolmente spento i riflettori. Proprio Visconti afferma: “Una periferia così ricca di gloria non può essere abbandonata alla mercé di politicanti senza storia, da Marino a Raggi solo promesse vuote, dal rilancio dei mercati rionali, ai tanti interventi straordinari paventati nelle recenti campagne elettorali, ma la realtà è ben altra- prosegue il Delegato Romano all’Ambiente- strade devastate, abusivismo, illegalità a Cinecittà la fanno da padrone e nella sporcizia diffusa come nella totale assenza di ordinaria manutenzione trovano una vergognosa legittimazione che va sconfessata da azioni concrete per salvaguardare il quartiere degli Studios e dell’Istituto Luce, ma soprattutto di tutti quei residenti che sono stanchi di non essere ascoltati. Proprio con l’aiuto dei cittadini – conclude Visconti – stiamo preparando un dossier che, se l’amministrazione ignorerà, come ho ragione di ritenere, condurremo fino alla cognizione della Procura della Repubblica”.

Balduina, Piazzale delle Medaglie d’oro grida vendetta. Visconti (FdI): “San Pietro e Paolo salvate Roma dal Movimento”

Roma, 29 giugno – Foto di un degrado mai visto ritraggono stamattina Piazzale delle Medaglie d’oro, dove una volta, non troppi anni fa, verde curato e panchine accoglienti ospitavano giovani e anziani della Balduina. La cartolina di oggi, nella ricorrenza dei Santi Pietro e Paolo patroni della capitale d’Italia, racconta altro: sterpaglie, bottiglie, immondizia trasformano uno dei quartieri più chic di Roma in una discarica ostaggio di extracomunitari senza fissa dimora. Il Delegato Romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia Marco Visconti è ancora una volta l’unico ad intervenire e per farlo sceglie di affidarsi proprio ai due patroni della città: “Santi Pietro e Paolo salvate Roma dal Movimento, temo davvero per le sorti della mia e della vostra città. A un anno dall’insediamento del Movimento 5 Stelle confido nella vostra intercessione perché ciò che sta accadendo a Roma è un oltraggio a secoli di storia e di prestigio – e aggiunge – Insieme alla mia vi affido la preghiera di tutti i Romani che questo castigo figlio di una follia elettorale finisca presto e ci venga restituita la città eterna”.

Incendi, Visconti (FdI-An): “Raggi come Nerone, ordinanza non basta”

Roma, 8 giugno – Ad una settimana dall’entrata in vigore dell’ordinanza del Campidoglio per la prevenzione degli incendi boschivi, disposta dalla Sindaca Raggi, non mancano dall’opposizione attacchi e moniti per la prima cittadina e per un provvedimento che pare proprio non bastare. Ad intervenire è l’attivissimo Delegato Romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia Marco Visconti, che ammonisce e spiega: “Si tratta della solita ordinanza che tutti i Sindaci ogni anno sono chiamati ad emettere, ma che mai come questa volta costituisce un atto meramente formale e sconnesso dalla realtà. Le colpevoli omissioni della Giunta 5 Stelle in ordine a manutenzione e sfalcio di aree verdi, parchi e ville storiche rappresentano – prosegue Visconti – il vero mostro da scongiurare perché Roma non prenda fuoco, più di quanto non sia già accaduto nel 2016. La Raggi e il suo Assessore alle Politiche Ambientali, con l’erba alta in ogni spazio verde e con le sterpaglie lasciate crescere spontaneamente su muri e marciapiedi della città, anziché giocare ad emulare Nerone, la smettano di mettere in pericolo la cittadinanza con la loro aberrante ignoranza e lavorino in tema di prevenzione con immediatezza, efficacia ed efficienza, che per farlo basterebbe la metà dell’impegno che quotidianamente profondono per parlare a vanvera”. Conclude il Delegato Romano all’Ambiente FdI.

Immagine

Rifiuti, FdI-An: Raggi venga in aula a riferire

Roma, 10 maggio – “La situazione dei rifiuti è sotto gli occhi di tutti, la città sta collassando invasa dall’immondizia. Ogni giorno che passa è sempre peggio, non c’è angolo della Capitale che non sia stracolmo di rifiuti, come del resto dimostrano le numerose foto pubblicate dai giornali in questi giorni e dai social anche nelle ultime ore. Dal sindaco e dall’assessore all’Ambiente aspettiamo ancora un piano per uscire dall’emergenza. Cosa accadrà tra qualche giorno di questo passo? La situazione è insostenibile, abbiamo pertanto chiesto un Consiglio straordinario e auspichiamo venga calendarizzato entro brevissimo tempo. Il sindaco venga in Aula Giulio Cesare a riferire, dica chiaramente se esiste un piano per fronteggiare e uscire dall’emergenza rifiuti”. È quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi-An, Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio e Andrea De Priamo vicepresidente dell’Assemblea Capitolina, Maurizio Politi e Francesco Figliomeni consiglieri capitolini, Marco Visconti delegato romano all’Ambiente e Rachele Mussolini Lista Civica ‘Con Giorgia’.

rifiuti-716x393