Derattizzazione, Visconti FdI: da Ama chiarezza su pericolo e su esche depositate in parchi e aree verdi

Roma, 24 agosto – Numerosi cittadini ed associazioni segnalano come Ama starebbe posizionando in alcuni spazi verdi pubblici, in particolare a Roma Nord, esche velenose “a vista”, ai fini della derattizzazione. Tale procedura, a giudizio dei cittadini, costituirebbe un gravissimo pericolo, non solo per l’incolumità degli animali d’affezione e di quelli selvatici ma, soprattutto, anche per un bambino che venisse in contatto con tali esche. Sarebbero state posizionate, inoltre, secondo un servizio andato in onda sul Tg3, persino esche di paraffina tra le radici degli alberi, nei prati o poco al di sotto del livello del terreno. Chiediamo pertanto, tramite una interrogazione urgentissima presentata al sindaco Raggi e all’assessore all’Ambiente, che Roma Capitale ed Ama chiariscano immediatamente se tale procedura di derattizzazione sia effettivamente pericolosa per tutti coloro, umani, animali selvatici o domestici che entrino in contatto con il veleno. Laddove corrisponda al vero quanto segnalato riteniamo gravissima una simile superficialità nel diffondere un concreto pericolo di avvelenamento, anche in considerazione di uno specifico protocollo ministeriale antiveleno che detta una procedura, al contrario, attenta e precisa. Chiariscano dunque Roma Capitale ed Ama, informando la cittadinanza delle aree interessate, e rimuovendo, nel caso, immediatamente tali esche, bonificando le aree contaminate ed eliminando il pericolo per bambini, per i cani , per i gatti di colonia, e per tutta la fauna che vive nella nostra città. Lo dichiarano gli esponenti di Fdi, Lavinia Mennuni, consigliere di Roma Capitale, Fabrizio Ghera, capogruppo in Regione Lazio, Marco Visconti, delegato all’Ambiente costituente romana, Federico Guidi, componente esecutivo romano.

ratto

Casalotti, Ama non pervenuta e traffico in tilt. Visconti (FdI): “Vergognoso! Presenteremo interrogazione in Campidoglio”

Roma, 24 novembre – Il Delegato Romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia è intervenuto con un duro post. Dall’incidente che ha coinvolto sei macchine alle 18,30 di ieri sera, infatti, non è stato ancora ripristinata la viabilità sulla Boccea. “È Indegno che un tratto di strada nevralgico per oltre 20000 persone al giorno, come quello sulla via di Boccea, altezza Casalotti, sia chiuso da 15 ore perché Ama non rimuove i detriti lasciati e i materiali sversati sulla via dalle auto coinvolte nell’incidente di ieri pomeriggio – si legge nel post di Visconti – Vergognoso che l’amministrazione locale a 5 Stelle non abbia ottenuto dal proprio Sindaco e dai vertici dell’azienda che la vicenda venisse trattata con priorità. Padri e madri di Famiglia usciti stamattina alle 7 sono ancora in macchina, mentre mi piacerebbe sapere se la Presidente del Municipio si sia già messa al calduccio”. Visconti conclude ancora più duramente e annuncia che verrà presentata interrogazione in Campidoglio: “Quanti danni fanno incompetenza, inadeguatezza e analfabetismo del funzionamento della macchina amministrativa; quanti danni fanno i parassiti travestiti da eroi. Presenteremo subito un’interrogazione ufficiale in Campidoglio perché del disagio dei cittadini questa triste specie di governanti deve rispondere”.

Incidente via Boccea 23 novembre 2017-2

AMA, Fratelli d’Italia:”Ora sia definitivamente annullato sito Casal Selce”

Roma, 22 novembre – Dopo le dimissioni del Dg di Ama e la fallimentare gestione di tutto il consiglio di amministrazione, ci auguriamo che si abbandoni l’idea di un nuovo impianto di compostaggio nella zona di Casal Selce. Ci auguriamo che l’assessore Montanari, da sempre sponsor di questa folle operazione, sia ricondotta alla ragione dal nuovo Direttore Generale che sarà nominato. I cittadini hanno già manifestato tutta la loro contrarietà nel recente referendum che abbiamo personalmente promosso. Siamo in attesa da mesi che il Presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale convochi una seduta sul tema, considerate le grosse perplessità di ordine tecnico sollevate. Ad oggi solo silenzi e nessuna partecipazione da parte dei cittadini, come invece promesso quando fu annunciato l’impianto. La zona non è idonea, la Giunta Raggi se ne faccia una ragione e prenda atto che l’emergenza rifiuti non è gestibile attraverso spot elettorali“. Lo dichiarano in una nota Maurizio Politi, consigliere di FdI-AN all’Assemblea Capitolina, Marco Visconti, delegato FdI-AN alle Politiche Ambientali di Roma, Camilla Trombetti, coordinatrice di FdI-AN Municipio 13, Andrea Saponaro e Raimondo Fabbri, dirigenti di FdI-AN.

Ama, De Priamo-Visconti (Fdi-An): “A colpi di bonus continua valzer poltrone”

Roma, 17 luglio – “Macrostrutture continuamente al rimpasto, bonus folli per i dirigenti per una produttività che raggiunge livelli di gran lunga inferiori persino agli standard minimi previsti dai contratti di servizio. In Ama incarichi ad interim sotto l’egida di un sindaco che appare sempre più smarrito e preda dei dettami della premiata ditta Casaleggio che, come in questo caso, cala nomine e assegna direzioni nevralgiche della municipalizzata per i rifiuti a personaggi che, prima di entrare in empatia con Roma, potranno solo contribuire ad un tracollo già brillantemente avviato da Marino. A tutto ciò corrisponde la quotidiana frustrazione dei dipendenti ai quali in realtà si devono i pochi obiettivi che le due municipalizzate riescono ad ottenere, ma che invece continuano ad essere costretti a lavorare con pochi mezzi, in assenza di una reale progettazione e con nessuna risorsa”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi-An, Andrea De Priamo vicepresidente dell’Assemblea capitolina e consigliere capitolino e Marco Visconti delegato romano all’Ambiente.