Magliana, De Priamo – Visconti (FdI – AN) la ciclabile della tragedia attende ancora giustizia.

Roma 7 Aprile – Nella giornata di ieri il Vice Presidente dell’Assemblea Capitolina Andrea De Priamo (FdI) ha presentato in Campidoglio una interrogazione urgente indirizzata al Sindaco Virginia Raggi e alla giunta 5 Stelle.
Oggetto dell’atto consiliare, scritto a quattro mani con il delegato romano all’ambiente di Fratelli d’Italia Marco Visconti è la messa in sicurezza della pista ciclabile magliana al crocevia con Pian Due Torri, teatro del tragico incidente che costó la vita al ciclista romano Marco Artiaco, l’otto Ottobre scorso. Da allora, affermano in una nota congiunta Andrea De Priamo e Marco Visconti: ” ogni istanza d’intervento avanzata dalla principale associazione di categoria (bici Roma ) sembra sia caduta nel dimenticatoio. Tra proclama e impegni presi anche nel corso di riunioni istituzionali da parte di Sindaco e Assessore competente, nulla è stato fatto, e questo sciagurato tratto stradale ciclopedonale continua a rappresentare vergognosamente un pericolo concreto per le migliaia di cittadini romani che utilizzano la bicicletta.
Ci auguriamo – proseguono gli esponenti di Fratelli d’Italia – che il nostro atto ufficiale svegli questa amministrazione  che anche su questo tema prosegue nella sua colposa inerzia.
La ciclabilitá d’altronde è un altro cavallo di battaglia zoppo di un movimento che ha conquistato i romani su tematiche delle quali fino ad oggi non si è mai occupato fattivamente – concludono Andrea De Priamo Vice Presidente Assemblea Capitolina e Marco Visconti Delegato Romano all’Ambiente (FdI – AN)”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...