Ambiente, Ghera, De Priamo, Visconti FDI-AN: “Roma nel degrado e senza un parco che meriti le 5 stelle

Roma, 29 Aprile – “Ville storiche abbandonate, parchi pubblici nel degrado, programma di potature e ripiantumazione bloccato, appalti per la manutenzione del verde ancora al palo. Dopo la figuraccia di Pasquetta, con il primo maggio alle porte, i cittadini romani si ritroveranno ancora a dover trascorrere un giorno di festa in aree verdi sporche e pericolose. Se i parchi pubblici romani, giunti ormai al limite della praticabilità e un tempo fiore all’occhiello della Capitale più verde d’Europa, fossero valutati da TripAdvisor di stella non ne prenderebbero neppure una. Mentre il movimento, che di stelle se ne è cucite 5 sul petto, continua a millantare, un altro straordinario patrimonio cittadino va in malora. È inaccettabile aver tolto di fatto ai romani la gioia e il folklore delle tradizionali e familiari occasioni all’aria aperta in serenità e in sicurezza a cui storicamente sono abituati, a ciò si aggiunga il divieto disposto per la consueta corsa sulla banchina del Tevere a causa evidentemente dei troppi insediamenti abusivi e delle montagne di rifiuti che occupano l’area. Ci si chiede a questo punto dove siano finite le associazioni ambientaliste che mai come in questa fase avrebbero diritto di far sentire la propria voce e invece tacciono vergognosamente”. Lo dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Fabrizio Ghera, capogruppo in Campidoglio , Andrea De Priamo, vicepresidente dell’Assemblea capitolina e Marco Visconti delegato romano all’Ambiente.

Magliana, De Priamo – Visconti (FdI – AN) la ciclabile della tragedia attende ancora giustizia.

Roma 7 Aprile – Nella giornata di ieri il Vice Presidente dell’Assemblea Capitolina Andrea De Priamo (FdI) ha presentato in Campidoglio una interrogazione urgente indirizzata al Sindaco Virginia Raggi e alla giunta 5 Stelle.
Oggetto dell’atto consiliare, scritto a quattro mani con il delegato romano all’ambiente di Fratelli d’Italia Marco Visconti è la messa in sicurezza della pista ciclabile magliana al crocevia con Pian Due Torri, teatro del tragico incidente che costó la vita al ciclista romano Marco Artiaco, l’otto Ottobre scorso. Da allora, affermano in una nota congiunta Andrea De Priamo e Marco Visconti: ” ogni istanza d’intervento avanzata dalla principale associazione di categoria (bici Roma ) sembra sia caduta nel dimenticatoio. Tra proclama e impegni presi anche nel corso di riunioni istituzionali da parte di Sindaco e Assessore competente, nulla è stato fatto, e questo sciagurato tratto stradale ciclopedonale continua a rappresentare vergognosamente un pericolo concreto per le migliaia di cittadini romani che utilizzano la bicicletta.
Ci auguriamo – proseguono gli esponenti di Fratelli d’Italia – che il nostro atto ufficiale svegli questa amministrazione  che anche su questo tema prosegue nella sua colposa inerzia.
La ciclabilitá d’altronde è un altro cavallo di battaglia zoppo di un movimento che ha conquistato i romani su tematiche delle quali fino ad oggi non si è mai occupato fattivamente – concludono Andrea De Priamo Vice Presidente Assemblea Capitolina e Marco Visconti Delegato Romano all’Ambiente (FdI – AN)”.

Cinghiali in città, Visconti (FdI): “Sterilizzazione, follia a 5 Stelle”

Roma, 7 aprile – Per gli esemplari di cinghiale che ormai a decine scorrazzano sulle consolari e per le strade delle periferie di una capitale sempre più in emergenza degrado, la soluzione paventata dal Movimento 5 Stelle al governo si scontra con le opposizioni. Per il Delegato Romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia Marco Visconti: “Pensare alla sterilizzazione è l’ultima di una lunga serie di stupidaggini a 5 stelle. Anziché pensare a gesti tanto biechi -prosegue Visconti- l’allegra banda di dilettanti allo sbaraglio pensi a mettere in campo tutte le misure idonee affinché non ci siano le condizioni per le quali questi  animali debbano sentirsi a loro agio sulle nostre strade. L’unica soluzione – conclude Visconti- è la cattura, e il 5 Stelle faccia presto anche e soprattutto nel rispetto della tragica morte annunciata del motociclista Romano del Marzo scorso, e per evitare che fatti tanto gravi possano ripetersi configurandosi, a quel punto, una colpa grave di un’Amministrazione inerte e mai così inconcludente”.

Roma rifiuti, Visconti FdI-AN: “Un altro cavallo di battaglia a 5 Stelle finisce nel cassonetto”

Roma, 17 marzo – A Roma è di nuovo emergenza rifiuti, marciapiedi invasi e impercorribili, cassonetti letteralmente sommersi e scatole e buste di immondizia che al vento danzano sulle carreggiate. Da circa una settimana si sveglia e si addormenta così la Capitale e maleodore e degrado sono gli stessi di quartiere in quartiere. Centinaia le immagini che si rincorrono sui social network, per lo più pubblicate da cittadini esausti. Marco Visconti (Delegato all’Ambiente di Fratelli d’Italia) parla: “dell’ennesimo cavallo di battaglia a 5 Stelle che finisce nel cassonetto. E’ durata fin troppo poco – prosegue Visconti – la storiella di una città finalmente pulita e, come è nello stile tanto caro ai grillini, ora inizierà la danza delle polemiche e delle invettive indirizzate alle passate amministrazioni. Peccato però che alla gente tutto ciò non interessi, che l’Ama non risponda alle chiamate e che i Dipartimenti Comunali siano stati completamente chiusi all’ascolto. Le bugie a 5 Stelle sommergono ogni cassonetto della città – conclude Visconti – e non è la difficoltà di trovare una soluzione ad impensierirmi, quanto la facilità con la quale ogni problematica reale fa crollare, come un castello di sabbia, le chiacchiere di chi non ha nè capacità nè competenza per rendersi conto dei problemi di Roma, nè tantomeno l’intelligenza di dire la verità”.

Otto Marzo Festa della Donna, Visconti (FdI-AN): auguri alle signore e condoglianze alle mimose

Roma, 8 marzo – Ci risiamo, è di nuovo 8 marzo, data in cui si celebra la Festa della Donna, e anche quest’anno a Roma nelle piazze e nei parchi, dalla periferia al centro, va in scena la strage di mimose. A parlarne è il delegato romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia e Alleanza Nazionale, Marco Visconti, che in una nota provocatoria afferma: “Auguri alle signore e condoglianze alle mimose. In pochi forse – afferma Visconti – si rendono conto che quei rametti di fiori gialli divenuti ormai simbolo della Festa della Donna e acquistati per lo più al semaforo dalle mani di extracomunitari senza arte ne parte provengono da piante orribilmente mutilate patrimonio del verde pubblico capitolino.Uno scempio ormai divenuto consuetudine – prosegue il delegato romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia – al quale partecipa chiunque, con superficialità, continua ad acquistare da questo mercato marcio troppo spesso preferito a quello legale di vivai e fiorai. Un po’ di superficialità in meno e un po’ di consapevolezza in più – conclude Visconti – esalterebbero la ricorrenza e il bel pensiero”.

mimosa

Roma, maltempo. Oltre 100 alberi caduti. Visconti (FdI-AN): “Unica capitale europea senza Regolamento del Verde”

Roma, 7 marzo – Meno di ventiquattr’ore di forte vento e a Roma sono già ingentissimi i danni provocati al patrimonio arboreo. Circa 110 fino ad ora gli alberi caduti e a pagare il prezzo più alto sono i quartieri di Monteverde, Garbatella, San Giovanni, Centocelle, Arco di Travertino solo per citarne alcuni, per un bollettino purtroppo in continuo aggiornamento. Per il Delegato romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Marco Visconti, intervenuto stamane in una radio locale: “E’ fin troppo comodo dare la colpa a un fenomeno meteorologico naturale e fisiologico. Ci si soffermi piuttosto sull’assoluta assenza di un piano di potature delle alberate che in questa città non viene previsto da ormai 4 anni, e soprattutto sulla mancata definitiva approvazione del Regolamento del Verde Urbano, che fa di Roma l’unica capitale europea ad esserne sprovvista. Ambiente ed alberature in questa città – prosegue il Delegato all’Ambiente Visconti – vengono trattati oramai con colpevole imperizia, interventi spot, potature messe in opera solo in emergenza e ripiantumazioni che non tengono più conto delle caratteristiche funzionali, ambientali e paesaggistiche delle aree ove vengono effettuate. Roma – conclude Visconti –  è la città più verde di Europa, e nell’ambito della delega che mi è stata assegnata lavorerò con Fratelli d’Italia e con il nostro gruppo consiliare all’ottenimento della definitiva approvazione del Regolamento del Verde, redatto nel 2012 dall’allora giunta PdL, e ad un piano di rimboschimento urbano sulla base delle caratteristiche agronomiche e storiche della nostra città. I miei complimenti al Servizio Giardini di Roma Capitale e agli Agenti della Polizia Locale, che con pochi mezzi e equipaggiamenti inidonei stanno comunque sopperendo alla mala gestione dell’ amministrazione comunale”.

Ambiente, deiezioni canine, Visconti (FdI-AN): “Parchi e marciapiedi ridotti a fogne a cielo aperto”

Roma, 6 marzo – “Il tema del contrasto alle deiezioni canine su strade e parchi pubblici di Roma, dimenticato dall’amministrazione Marino e totalmente omesso dalla giunta Raggi, deve tornare ad essere centrale in una città che non merita di essere abbandonata a tale forma di degrado”. Lo dichiara in una nota il Delegato romano all’Ambiente di Fratelli d’Italia Marco Visconti, che aggiunge: “Tornare a multare i possessori di animali, assicurando un monitoraggio continuo e costante soprattutto nelle periferie, nelle vicinanze delle scuole e nei parchi pubblici della Capitale, non è soltanto un atto dovuto da parte dell’amministrazione, ma rappresenta un dovere di civiltà della stessa atto a garantire da un lato il decoro degli spazi comuni fruibili alla cittadinanza, e dall’altro a conservare e promuovere il diritto alla dignità degli animali. Fratelli d’Italia – conclude il Delegato romano all’Ambiente Marco Visconti – non si limiterà a farsi portavoce di un’esigenza condivisa dai Romani, ma continuerà ad invocare l’attenzione dell’amministrazione comunale affinché parchi e marciapiedi non debbano più essere ridotti a fogne a cielo aperto”.